Filtri pressa

Il filtropressa è un macchinario industriale utilizzato per la disidratazione dei fanghi mediante processi di separazione solido-liquido. I vantaggi propri delle filtropresse sono rappresentati dalle elevate concentrazioni in secco ottenibili, dal buon grado di chiarificazione del filtrato e dall'elevata efficienza di cattura dei solidi.

Il fango viene alimentato in pressione in una serie di camere munite di tele filtranti e di un sistema di drenaggio dell'acqua filtrata. Quando è raggiunta la pressione massima di disidratazione, le camere vengono aperte e il fango viene separato per gravità o con appositi sistemi di raschiamento e lavaggio. Il funzionamento del filtro pressa si può suddividere in quattro fasi: riempimento delle camere, compressione dei panelli, apertura del filtro, scarico dei panelli. Le piastre hanno una superficie di drenaggio, un canale di scarico del filtrato e un'entrata per l'alimentazione. Le tele che ricoprono la superficie di drenaggio delle piastre sono l'elemento filtrante. Un dispositivo di chiusura mantiene le piastre in pressione mentre si alimenta il filtro. Le tele filtranti catturano i solidi sospesi e permettono il drenaggio del filtrato dai canali. Il ciclo di accumulo dei solidi termina quando si raggiunge un valore di pressione equivalente a circa un ventesimo del valore iniziale. A questo punto, l'alimentazione si ferma, le piastre si riposizionano e i panelli vengono scaricati.

T.E.C.O.F.I.L. propone filtripressa di differenti dimensioni, tipologie e livello di automazione, materiali e tecnologie.
Il processo di filtrazione può avvenire tramite piastre concamerate a volume fisso per applicazioni standard, o tramite piastre a membrana a volume variabile per applicazioni speciali, in base alla natura del fango. Nei fitripressa con piastre a membrana, la fase iniziale del ciclo di filtrazione è identica a quella del filtro con piastre concamerate. Quando però gli spazi tra le piastre sono pieni di liquido e hanno iniziato a formarsi i panelli, le membrane vengono pressurizzate tramite aria compressa o acqua, in modo da comprimere ancora di più il panello. Questa fase addizionale accelera il tasso di filtrazione e diminuisce la lunghezza del ciclo.

Vantaggi filtripressa a marchio Tecofil

  • Possibilità di riciclare il 100% delle acque di risulta dal trattamento del fango
  • Massima riduzione del residuo solido da smaltire
  • Riduzione dell'umidità residua a valori compresi fra il 30 e il 40% (abbattimento costi di trasporto)
  • Possibilità di evitare ulteriori trattamenti di solidificazione e stabilizzazione con inerti
  • Riduzione manodopera necessaria
  • Cicli di scarico più rapidi

 



Prodotti correlati
Filtri pressa manuali – linea FM Filtripressa semiautomatici - linea FS Filtri pressa automatici – linea FA Filtri pressa a pacchi multipli – linea FAS
 

Galleria fotografica